Il cioccolato plastico: come preparare ed usare il goloso composto per decorare le torte


Il cioccolato plastico: come preparare ed usare il goloso composto per decorare le torte

 

Dopo avervi spiegato la differenza di preparazione e d’uso tra la pasta di zucchero e la ghiaccia reale, vogliamo parlarvi di un altro elemento molto importante nel mondo del cake design: il cioccolato plastico.

Si tratta di una preparazione fondamentale per rendere ancora più spettacolare una torta e creare delle decorazioni uniche. È una pasta molto malleabile, semplice da realizzare, ma che richiede un po’ di esperienza per poter essere stesa alla perfezione. Dovrete, quindi, esercitarvi un po’ prima di prepararne una senza imperfezioni, ma non disperate perché anche i primi tentativi andranno bene per decorare il vostro dolce.

Ma il cioccolato plastico può essere utilizzato anche semplicemente per ricoprire l’intera torta. In ogni caso, è un ottimo modo per personalizzare i dolci e lasciare senza fiato chi li ammirerà e li gusterà. Inoltre, è meno dolce della pasta di zucchero e molto gustoso da mangiare.

Preparazione del cioccolato plastico

Per la ricetta del cioccolato plastico dovrete procurarvi pochi ingredienti. Sarà sufficiente avere del cioccolato fondente (almeno al 70%), miele o sciroppo di glucosio, acqua ed eventualmente dei coloranti alimentari (se desiderate sbizzarrirvi con decorazioni colorate). Come dosi d’esempio, potete usare 150 gr di cioccolato, 1 cucchiaio di miele e 1 di acqua (se usate lo sciroppo di glucosio, dovrete usarne la metà della del cioccolato).

Per preparare il cioccolato plastico, dovete sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria e, una volta che avrà raggiunto la temperatura di 40° (è molto utile, in questo caso, il termometro da cucina), potete aggiungere il glucosio (o il miele). Mescolate finché il composto non sarà omogeneo e stendete il tutto su un piano di lavoro di marmo (l’importante è che sia freddo).

A questo punto potrete iniziare a lavorarlo, cospargendo le mani con dello zucchero a velo e creando un panetto che risulterà unto (per la presenza di burro di cacao). Ricopritelo con della carta trasparente e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Come usare e conservare il cioccolato plastico

Quando avrà finito di riposare, il composto risulterà un po’ duro, ma basterà lavorarlo ulteriormente per renderlo malleabile. Potete anche aiutarvi con dello zucchero a velo per stenderlo uniformemente sul piano di lavoro. Se formerà dei piccoli buchi, sarà sufficiente ripiegarlo su se stesso e ristenderlo.

Una volta preparato, il cioccolato plastico può essere usato sia per ricoprire interamente la torta, sia per creare originali forme, personaggi e decorazioni. Per rendere il tutto ancora più particolare, potete colorarlo, ma come base dovrete utilizzare il cioccolato bianco invece di quello fondente. Il colorante alimentare (in pasta o in gel, non liquido) va unito al panetto dopo il riposo in frigo.

Per attaccare le decorazioni alla torta, dovrete inumidire un po’ la pasta o usare un velo di marmellata o di gelatina di frutta come collante. Preferibilmente, non usate la colla di pesce o l’albume dell’uovo perché rischiate di alterarne il sapore.
Invece, per ricoprire la torta con il cioccolato plastico, il procedimento è semplice: dovrete arrotolare l’impasto intorno al mattarello e srotolarlo con delicatezza sulla torta, fino a coprirla.

Se avanza, potete conservarlo semplicemente riponendolo in un luogo asciutto e a temperatura ambiente.