Capodanno negli Stati Uniti: tradizioni e usanze per brindare all’anno nuovo


Capodanno negli Stati Uniti: tradizioni e usanze per brindare all’anno nuovo

Il Capodanno si festeggia in ogni paese del mondo, con fusi orari diversi ed anche tradizioni differenti a seconda del background storico-culturale di ogni nazione, ed anche negli Stati Uniti sono tante le usanze ed i costumi da rispettare per dare l’addio al vecchio anno e brindare all’arrivo del nuovo.

Alcune tradizioni sono simili a quelle europee, mentre altre usanze sono tipicamente locali e devono la loro origine alle tante etnie differenti che popolano il paese, dovute alle massicce migrazioni dei secoli scorsi. Scopriamo insieme quelle più famose e diffuse.

Il bacio di Mezzanotte

Una delle tradizioni più diffuse è quella di baciare il proprio partner allo scoccare della mezzanotte. In realtà, l’usanza vuole che si baci la persona che ci si trova vicino, anche se si tratta di un estraneo, perché lo scopo è quello di cacciare via gli spiriti maligni ed affrontare l’anno nuovo senza di essi. È un costume che ha antiche origini e deriva dai popoli europei.

Auld Lang Syne

Conosciuta in Italia come “Valzer delle candele” è la canzone che tutti gli americani cantano per dare l’addio all’anno vecchio, per ringraziare gli amici e le persone care per il tempo che si è trascorso insieme, e per accogliere l’anno nuovo. È una canzone di origine scozzese ed è il brano per eccellenza della Vigilia di Capodanno.

Times Square

Dal 1907, uno degli eventi più famosi e frequentati è quello che si svolge in Times Square a New York per dare il benvenuto al nuovo anno. Ogni anno 1 milione di persone affolla la piazza, mentre altre milioni guardano l’evento dal televisore. Il momento culminante si ha con l’accensione di una sfera di cristallo di più di 5mila chili che scandisce l’ultimo minuto di countdown fino alla mezzanotte, scendendo da un palo alto più di 40 metri posto sul tetto del palazzo al numero 1 della Piazza. Il tutto, sulle note della musica e della voce di Frank Sinatra.

Cibi portafortuna

Un usanza tipica degli Stati del Sud, ma anche dei paesi di origine ispanica, è quella di mangiare fagioli dall’occhio nero (i famosi black-eyed peas). Una tradizione che porta fortuna e prosperità per l’anno a venire a chiunque li mangi, soprattutto se serviti con il cavolo (nel qual caso, l’anno sarà davvero fruttuoso). I fagioli, infatti, rappresentano le monete e mangiarne tanti dà speranza di ricevere molto denaro nei mesi successivi.
Molti americani di origine europea, invece, mangiano maiale perché è simbolo di abbondanza, ma anche perché il suo tipico movimento è quello di scavare nel terreno spingendosi in avanti. Un gesto che ricorda il proiettarsi verso il futuro e il nuovo anno.

Intimo colorato

Anche negli Stati Uniti, come in Europa, c’è l’usanza di indossare intimo colorato. A differenza dei paesi europei, però, dove si è soliti scegliere prevalentemente il colore rosso, negli States si predilige un colore diverso a seconda di ciò che si desidera. Gli italo-americani preferiscono il rosso perché porterà amore, i latino-americani il giallo perché simbolo di felicità, i filippino-americani scelgono il pois perché porterà fortuna. Inoltre, il bianco è simbolo di pace e armonia e il verde assicurerà buona salute.

Altre tradizioni

In molte città, infine, le persone decidono di assistere le partite di football delle squadre universitari, organizzate l’ultimo giorno dell’anno o l’1 gennaio, e festeggiare insieme. Altri ancora decisono di recarsi in spiaggia l’1 gennaio e fare il bagno, in eventi spesso organizzati per raccogliere soldi a scopo benefico.
Naturalmente, infine, in ogni città si festeggia anche con fuochi d’artificio e brindisi rumorosi per dare il benvenuto all’anno nuovo con gioia e felicità.

+ Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo!